2 luglio 2017

Yoga ABC

La disciplina Yoga è un bene prezioso a disposizione di tutti; le sue origini sono da ricercare in Oriente, nella cultura indiana, e risalgono al III-II millennio A.C. La sua diffusione in tutto il mondo ha portato l'Unesco a dichiararla "patrimonio dell'umanità".
Il termine Yoga deriva dalla radice sanscrita Yuj e significa "unire, mettere insieme".
La pratica regolare dello Yoga favorisce il benessere psicofisico e coinvolge l'individuo nella sua interezza, rispettandone l'unicità, le capacità e i bisogni. Ci si può avvicinare allo Yoga a qualsiasi età, poiché ognuno di noi ha caratteristiche proprie e sulla base di queste si dispone alla pratica in modo del tutto personale.
Lo Yoga richiede ascolto, gradualità, consapevolezza, armonia tra respiro e movimento, concentrazione e presenza mentale. E' questo quello che cerco di trasmettere nelle mie lezioni.
Una sequenza di Yoga prevede in genere tre momenti: nella fase iniziale viene dato spazio a posture (asana) e movimenti che riscaldano i muscoli e sciolgono le articolazioni; la fase centrale della lezione comprende posizioni di maggiore intensità e difficoltà, sia statiche sia dinamiche; la fase finale è prevalentemente dedicata al rilassamento profondo, a tecniche di respirazione (pranayama) e di concentrazione (dharana) o alla meditazione (dhyana).

Nessun commento:

Posta un commento